Spartito
VIVERE CON LA MUSICA

Scuola Musicale Giudicarie Scuola

Storia

Nel 1983 un gruppo di benemeriti musicofili capitanati da Lino Salvaterra, Gianni Salvi e Basilio Mosca (il primo direttore e ed il secondo presidente della neonata associazione) fondava a Tione la Scuola Musicale delle Giudicarie con il proposito di rispondere in modo continuativo ed organizzato alla domanda di un territorio, che, non forte di tradizione musicale autoctona, manifestava in quegli anni Ottanta un primo impulso d’adesione al più generale movimento trentina attorno all’educazione musicale.

Nel 1987 l’associazione culturale si organizza in modo più efficiente, cominciando ad assumere il personale docente ed allargando la propria offerta di corsi musicali principalmente strumentali: pianoforte, violino, chitarra, flauto, clarinetto. SI costituisce il gruppo storico dei docenti della scuola: Stefano Fogliardi, Annely Zeni, Oscar Grassi, Paolo Tomasini, Tiziano Tarolli, Rolando Prezzi, Marco Sanai e Mario Lutterotti.

Sempre nel 1987 alla direzione della scuola viene nominato Stefano Fogliardi che resterà in carica sino all’anno 2000 mentre alla presidenza, dopo un breve periodo con Carlo Bonomi, farà il suo ingresso Severino Papaleoni, che resterà in carica sino al 2000 sostituito quindi da Margherita Cogo.

Nel 1997 l’offerta educativa di SMG aderisce agli orientamenti didattici provinciali, stilati da un team di specialisti guidati da Carlo Delfrati e Fiorella Cappelli promuovendo i corsi-base collettivi di Musica giocando, Avviamento alla musica, Formazione musicale, Educazione corale, Cultura musicale, nonché i corsi strumentali individuali nelle diverse discipline dalla chitarra al pianoforte, dal flauto al clarinetto, dall’arpa alla fisarmonica alla compagine degli archi (violino e violoncello). Obiettivi e metodologie sposano criteri pedagogici in cui la musica viene considerata quale indispensabile complemento alla crescita individuale e sociale della persona, in una prospettiva dunque non necessariamente professionalizzante, quanto piuttosto flessibile a bisogni, vocazioni, prerogative del soggetto.

Ancora nel 1997 la scuola, al pari delle consimili istituzioni dislocate sul territorio trentina adotta il contratto collettivo per le scuole musicali, costruito sulla falsariga del contratto pubblico per i docenti di scuola media, assumendo gli insegnanti aventi diritto a tempo indeterminato.

Nel triennio 1997-2000 il progetto didattico della scuola si accresce: all’interno accogliendo sempre l più alunni e promuovendo i conseguenti corsi collettivi ed individuali ed all’esterno attivando percorsi educativi in collaborazione con le scuole e proponendosi quale agenzia concertistica sul territorio. Significativa in questo capitolo la collaborazione con l’Orchestra regionale Haydn

Nel 2000-2008 alla direzione della scuola viene nominata Annely Zeni. In questi anni la scuola continua a crescere per numero di allievi sino ad attestarsi attorno alle 350 unità, comprensive (per una 70 circa) degli allievi della sede di Storo (Scuola Sette Torri) collegata alla Scuola di Tione tramite un rapporto di convenzione, mantenendo questa la sua totale indipendenza di gestione amministrativa e didattica.

Sempre nel periodo 2000-2008 la Scuola rappresenta il principale punto di riferimento per l’attività musicale del territorio: gestisce progetti esterni in collaborazione con le scuole per oltre 600 ore annuali, organizza concerti ed eventi per oltre 40 appuntamenti annuali (Musicomania, Organi delle Giudicarie, Incontri con la musica, Stagione sinfonica Haydn ecc), promuove convegni e pubblicazioni, realizza importanti progetti di produzioni didattiche in collaborazione con altre scuole musicali e collegandosi con il territorio provinciale (Festival di Musica Sacra, Aida, Flauto Magico, Dai Palazzi alle Piazze, Intermezzo al Louvre ecc).

Nel 2002-2003 la Scuola musicale diventa referente per la formazione bandistica del territorio tramite rapporto di convenzione con la Federazione dei Corpi Bandistici del Trentine.

Nel 2004-2008, in un’ottica di piena accessibilità, specifico indirizzo della scuola diventa l’Educazione musicale per le diverse abilità, condotta seguendo le più avanzate ricerche promosse in Finlandia con l’invenzione e la diffusione del “sistema” Figurenotes©. La Scuola musicale delle Giudicarie diventa referente nazionale del sistema finlandese e pubblica, relazionandosi con la casa Editrice Erikson, il primo volume Figurenotes italiano.

Nel 2004: alla presidenza della Scuola viene nominata Maria Rita Alterio. Le ore finanziate dalla PAT si attestano intorno alle 172 unità.

Nel 2008 la struttura amministrativa della scuola si trasforma da associazione a cooperativa di servizi nel corso della presidenza di Patrizia Pizzini. Alla direzione della scuola viene nominato Peter Lanziner.

Nel 2014 la Presidenza ritorna a Margherita Cogo.