Scuola Musicale Giudicarie News & eventi

SULLA MUSICA DOPPIO BENEFICIO: DETRAZIONE E BONUS

La Legge di Bilancio introduce la detraibilità del 19% per le Scuole di Musica riconosciute da una Pubblica Amministrazione.

DETRAIBILITA’ 19%

(…) La Legge di Bilancio introduce ai commi 346 e 347 la detraibilità del 19% per un importo non superiore a 1.000 euro di spese sostenute, anche nell’interesse dei familiari fiscalmente a carico, da contribuenti con reddito complessivo non superiore a 36.000 euro per lo studio e la pratica della musica di ragazzi tra i 5 e i 18 annipresso conservatori di musica, istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica (AFAM), cori, bande e scuole di musica riconosciute da una Pubblica Amministrazione. SMG è una Scuola di Musica riconosciuta da una Pubblica Amministrazione qual è la Provincia Autonoma di Trento. (…)

Clicca qui per saperne di più: Finanziaria-2020

BONUS MUSICA

Bonus musica, con la misura inserita nella legge di conversione del Decreto Rilancio, le famiglie con ISEE entro i 30.000 euro hanno la possibilità di richiedere un contributo fino a 200 euro per la frequenza di cori, bande e scuole di musica.

Le risorse a disposizione ammontano a 10 milioni di euro. Una novità che si pone sulla stessa lunghezza d’onda della detrazione inserita nella Legge di Bilancio 2020, a cui i contribuenti possono accedere a partire dalla dichiarazione dei redditi 2021.

Requisiti

L’accesso al beneficio è subordinato ad una serie di requisiti che il nucleo familiare deve possedere, ovvero:

  • essere in possesso dell’ISEE 2020, ordinario o corrente, non superiore a 30.000 euro;
  • le spese devono essere sostenute per figli minori di 16 anni;
  • i figli devono essere già iscritti alle lezioni di musica alla data del 23 febbraio 2020;
  • sono ammesse le spese per la frequenza:
    • di lezioni di musica presso scuole di musica iscritte nei registri regionali;
    • di cori, bande e scuole di musica riconosciuti da una pubblica amministrazione;
  • pagamenti devono essere effettuati con versamento bancario o postale, o comunque mediante altri sistemi di pagamento previsti dall’articolo 23 del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241.

Modalità di richiesta

Tutte le informazioni relative alla presentazione delle domande e all’erogazione dei contributi sono contenute nell’Avviso Pubblico

La domanda di partecipazione deve essere compilata ed inviata esclusivamente in via telematica a partire dal 15 marzo 2021 ed entro le ore 12 del 15 aprile 2021, a pena di esclusione, utilizzando la specifica applicazione informatica che sarà resa disponibile sul sito internet www.beniculturali.it e della Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali www.dger.beniculturali.it seguendo le relative istruzioni fornite dal sistema informatico.

Consulta le FAQ